Candreva, noi non ad altezza dell'Inter

Candreva, noi non ad altezza dell'Inter

Antonio Candreva, a margine del 22esimo Premio Gentleman, non usa mezze misure per definire la stagione dell'Inter: "Negativa". "Le critiche vanno accettate. Se si è in questo momento negativo vuole dire che tante cose non sono funzionate" ha aggiunto. Hanno hanno avuto tanta pazienza per le figure che gli abbiamo fatto fare. I tre punti in palio all'Olimpico non sono utili alla causa nerazzurra in fatto di classifica, ma solo all'orgoglio.

"Purtroppo, quando si parte col cambio di allenatore durante la preparazione estiva e cosi' via fino a poche giornate dalla fine del campionato non e' affatto facile". Gli dobbiamo delle scuse perché ci sono stati molto vicini. Antonio Candreva spiega cosa serve al club nerazzurro in vista della prossima stagione. Lo stesso Vecchi - in conferenza stampa - ha espresso la volontà di chiudere quest'anno calcistico a testa alta, ma per farlo c'è la Lazio di Inzaghi da battere. Conte l'uomo giusto per l'anno prossimo? E sulla scelta del nuovo allenatore, con Spalletti candidato numero uno, Candreva è convinto che la dirigenza saprà scegliere bene: "Io e i miei compagni pensiamo al campo. Io faccio il giocatore." ha concluso Candreva.