Cagliari a Napoli per riscattare batosta

Cagliari a Napoli per riscattare batosta

Il Napoli è una squadra molto forte, ha fatto mettere sulla difensiva squadre come Juventus e Real Madrid.

RISCATTARSI DOPO IL TONFO DELL'ANDATA - Per Rastelli e il Cagliari una gara "bella da vivere, in un ambiente caldo". Per fortuna abbiamo recuperato Isla che è un giocatore molto importante per noi. Ritorno in uno stadio in cui ho giocato, per la prima volta da allenatore avversario. "Vogliamo onorare al meglio le ultime quattro partite di campionato". "Io credo che abbiamo le qualità per fare tutte queste cose". Sappiamo di affrontare una squadra con delle qualità importanti, dovremo essere bravi a limitarli al massimo. Sull'uno a zero le gare si possono recuperare. "Dopo il loro primo gol ci siamo sciolti, come capitato spesso contro queste grandi squadre". All'andata è stata una questione di fragilità mentale più che fisica.

"Non siamo sazi, raggiungere la salvezza in anticipo è stato un bel traguardo, ma non abbassiamo la guardia e conserviamo ancora molte motivazioni".

LA VOGLIA Per quanto riguarda il modulo tattico da opporre agli azzurri, "in ogni gara abbiamo cambiato in base a chi ci trovavamo di fronte - spiega il tecnico - I moduli sono importanti, ma non fanno la differenza". Ma il mister Massimo Rastelli, che in Campania è di casa visto che è nato 48 anni fa a Torre del Greco, garantisce per tutti. "Affrontiamo squadre come Napoli e Milan, affrontiamo il Sassuolo che vorremo tenere dietro e l'Empoli che è una squadra che lotta per la salvezza, quindi alla nostra portata e quella vogliamo assolutamente vincerla".