Bundesliga: Dortmund in Champions League, Hoffenheim ai playoff

Bundesliga: Dortmund in Champions League, Hoffenheim ai playoff

Beffato all'ultimo il Lipsia, che vincendo contro l'Eintracht di Francoforte sarebbe stato incoronato come la neopromossa ad aver ottenuto più punti nella storia della Bundesliga, superando addirittura il Kaiserslautern di Otto Rehhagel della stagione 1997-1998, il quale riuscì ad assicurarsi il titolo di Germania l'anno dopo esser risalito nella massima lega.

L'Hoffenheim va ai preliminari di Champions mentre in Europa League. Dunque, adesso settore per settore verranno analizzati tutti i verdetti dell'ultima giornata del campionato tedesco, alcuni dei quali sono stati assolutamente incredibili. In Europa League accede il Colonia. Per fortuna che ci sono stati il Darmstadt e l'Ingolstadt quasi verrebbe da dire, i quali sono bastati per evitare la retrocessione diretta, ma non per sfuggire ai play-out, dal momento che alla vigilia dell'ultima di Bundesliga il Wolfsburg è ospite dell'Amburgo che occupa la sedicesima piazza, e si gioca in questo scontro diretto la possibilità di terminare la stagione quantomeno con la salvezza. La squadra di Peter Stoger piega 2-0 il Mainz con le reti di Hector e Osako e finisce quinta, mentre i capitolini possono festeggiare nonostante la sconfitta con un tennistico punteggio di 2-6 contro uno scatenato Bayer Leverkusen.

In coda tensione e patos nella sfida fra Amburgo e Wolfsburg: vittoria 2-1 per i padroni di casa, che con i tre punti si salvano. Poco dopo però Kostic dell'Amburgo ha portato il risultato in parità, e così è rimasto sino al minuto 88, quando il neo-entrato Waldschmidt ha siglato il gol del vantaggio finale per la squadra di casa, condannando il Wolfsburg a giocare i play-out. Un successo arrivato al termine di un match soffertissimo e che ha visto i gialloneri imporsi per 4-3 con due calci di rigore nell'ultimo quarto d'ora. Anche Xabi Alonso ha detto addio all'età di 35 anni con 2 Champions League, 1 Liga e 3 Bundesliga nel palmares.

Lo scorso anno i Lupi hanno sofferto le partecipazione contemporanea a tre competizioni, e pur di avanzare in Champions League il più possibile hanno sacrificato gli altri tornei.