Berlusconi: sto con gli animalisti. "Valgono il 20% dei voti"

Berlusconi: sto con gli animalisti.

"Anche per questo - ha affermato Berlusconi - ho deciso di essere qui con voi e sono orgoglioso di aver partecipato alla fondazione del Movimento animalista, di cui, ne sono certo, sentiremo subito forte ed alta la voce". Tradotto? Vuole intercettare 7,5 milioni di famiglie, "quelle che - chiarisce - hanno un animale da affezione in casa, e sono la metà delle famiglie italiane".

Com'è nata l'idea del nuovo movimento animalista che ha portato l'ex presidente del consiglio a scendere in campo con un movimento ad hoc?

Il Movimento animalista si batterà contro ogni forma di violenza e di sfruttamento degli animali, per aumentarne la protezione e migliorare la convivenza tra l'uomo e gli altri esseri senzienti.

Silvio Berlusconi punta sugli animalisti e si fa testimonial per il lancio del nuovo movimento animalista guidato da Michela Vittoria Brambilla, storica paladina dei diritti degli animali e presidente dell'associazione per la difesa di animali e ambiente, Aidaa. Lo ha fatto capire quando ha detto che "un sondaggio effettuato su un campione di 2mila persone indica che, se alle prossime elezioni, si presentasse un movimento per la difesa dei diritti degli animali e dell'ambiente avrebbe il 20%". L'ex Cavaliere ha detto di essere "inorridito dagli allevamenti intensivi di mucche, maiali e galline" e della necessità di fondi per avere "un sistema che sostituisca la sperimentazione sugli animali". "Questa proposta, che non ha la maggioranza in Senato, così com'è spacca il Paese su un tema che invece dovrebbe unire, come le regole elettorali". Secondo il leader di Forza Italia, solo un centrodestra unito sarà capace di trionfare alle prossime elezioni politiche. Ebbene, Silvio ha sottolineato che su quest'ultimo punto c'è contrasto con la Lega Nord.