Autobomba al chiosco dei gelati di Baghdad

Autobomba al chiosco dei gelati di Baghdad

Al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ma nel passato l'Isis ha rivendicato attentanti simili, come quello con un camion bomba esploso durante il Ramadan dello scorso anno che ha ucciso centinaia di persone.

L'attentato, rivendicato dall'Isis, giunte proprio mentre le truppe irachene stanno lentamente cacciando i combattenti dello Stato islamico via dalle loro ultime roccaforti della città settentrionale di Mosul.

L'esplosione ha anche provocato 27 feriti. "Le Pmu, digiunando durante il mese del Ramadan, hanno fatto un miracolo e raggiunto il confine siriano", si legge in un comunicato diffuso ieri dalle milizie paramilitari a maggioranza sciita.

Poco dopo la prima esplosione, una seconda autobomba è saltata nella zona di Karkh dove è stata preso di mira un ufficio governativo. Le Pmu hanno lanciato la nuova fase dell'operazione "Mohammed Rasool Allah" (Mohammed è il profeta di Dio) chiamata "Martiri di Sinjar", per la liberazione delle aree ancora sotto il controllo dello Stato islamico nel distretto di Qairawan e Baaj, a ovest di Tal Afar. Le forze irachene inizialmente hanno liberato la parte orientale della città, mentre da febbraio cercano di irrompere nella parte occidentale di Mosul.