Arrestato il pirata della strada che ha ucciso Alessio

Arrestato il pirata della strada che ha ucciso Alessio

È stato arrestato il motociclista che ieri ha investito e ucciso il 16enne Alessio Zanetti sulla strada statale Aurelia, in località Battilana alla periferia di Carrara, e poi si è dato alla fuga. L'uomo, alla guida di uno scooter, non si è fermato dopo lo scontro.

Le forze dell'ordine, nella serata di ieri, hanno provveduto ad arrestare il responsabile: si tratta di un uomo di 40 anni, rintracciato da carabinieri e polizia nella sua abitazione. L'arresto questa notte intorno alle 4.

Il ragazzo stava rientrando a casa dopo una normale mattinata scolastica, ed era appena sceso dal bus: mentre si accingeva ad attraversare la strada è stato travolto dal centauro.

La famiglia ha deciso di avviare le procedure per l'espianto degli organi.

Alessio Zanetti, raccontano a "La Nazione" i compagni del Liceo classico Repetti e quanti lo conoscevano, era un ragazzo piuttosto riservato: lontano dai miti dei motorini e delle feste tipici dei sedicenni.