Al via la trasmissione delle liquidazione periodiche Iva

Al via la trasmissione delle liquidazione periodiche Iva

A precisarlo è un comunicato dell'Agenzia.

(Fonte: Ufficio stampa Agenzia delle Entrate) - A partire da oggi è possibile trasmettere online le comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche Iva.

Nel caso in cui si selezioni la voce intermediario abilitato sarà necessario inserire il codice fiscale del contribuente per il quale si effettua l'invio della comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva 2017.

Il nuovo software, pubblicato unitamente alle relative istruzioni, è disponibile alla pagina "Software di compilazione Comunicazioni Liquidazioni Periodiche IVA" (Home - Cosa devi fare - Comunicare dati - Fatture e corrispettivi - Software di compilazione). Sempre sul sito si trova inoltre il software di controllo (Home - Cosa devi fare - Comunicare dati - Fatture e corrispettivi - software di controllo).

Proprio per il caricamento e l'invio telematico dei dati della comunicazione delle liquidazioni trimestrali Iva sono sorti i maggiori dubbi: ancora non è chiaro se la piattaforma dell'Agenzia delle Entrate permetterà di caricare il file in formato xml firmato dall'intermediario per conto del proprio assistito.

Inoltre, negli ultimi anni, l'Agenzia delle Entrate, grazie al sistema del 'redditometro', ha modo di controllare la cosiddetta capacità di acquisto dei contribuenti, nonché la loro capacità di poter mantenere determinati beni: in pratica non si verifica soltanto la potenzialità di acquisto di una casa o una barca, ma anche e soprattutto la possibilità economica di mantenerle.

Come ricordato in una nota pubblicata ieri dalle Entrate, i file contenenti le comunicazioni devono riportare una qualsiasi firma qualificata (firma digitale) o, in alternativa, la firma elettronica basata sui certificati rilasciati dall'Agenzia delle Entrate (di seguito, anche "firma Entrate").

Servizio di trasferimento file tramite protocollo ftp - I soggetti che hanno accreditato un canale ftp per il colloquio con il Sistema di interscambio, possono trasmettere attraverso lo stesso canale una o più comunicazioni firmate singolarmente con certificato qualificato (firma digitale) oppure con certificato emesso dall'Agenzia delle Entrate. Manca solo l'ufficializzazione a confermare la nuova scadenza rispetto a quella iniziale del 31 maggio 2017. Entrambi questi documenti sono allegati al provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate n. 58793 del 27 marzo 2017.