A Superga la cerimonia in ricordo del Grande Torino

A Superga la cerimonia in ricordo del Grande Torino

"Da Lisbona a Torino era meglio il motorino".

Scrisse Indro Montanelli, sul Corriere della Sera, del 7 maggio di quell'anno: "Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede".

Una settimana importante per i granata che oltre al ricordo della tragedia avvenuta 68 anni fa, porterà al derby contro la Juventus.

Il più accorato appello a rispettare i caduti di Superga arriva dal calciatore che non t'aspetti.

Dopo Ossola, davanti alla Basilica arriva anche Salvadori. E tante altre ne stanno arrivando nonostante le difficoltà di raggiungere il Colle a causa del traffico e dell'impossibilità di raggiungere la Basilica in macchina. Gigi Buffon ha scritto oggi questo pensiero sul Grande Torino e su Superga. La sindaca ha voluto ricordare il Gran Torino ponendo un corona d'alloro sulla loro lapide. Una tragedia che però ancora oggi viene strumentalizzata dal solito manipolo di imbecilli che non perde occasione, in tutti gli stati d'Italia, di richiamare alla mente Superga invocandone una nuova contro la squadra avversaria.

E se vai a Torino e chiedi a un tassista di portarti su quella collina, accade anche che ti ci porti senza nulla volere. Lo sgomento fu enorme ed il compito più triste di tutti toccò a Vittorio Pozzo, che dovette procedere al riconoscimento delle salme dei suoi ragazzi. "E se qualcuno non le vuole bene, lei gliene voglia lo stesso". "Il Benfica non dimentica".

Il suo presidente, Ferruccio Novo, per un puro caso non partì per andare in terra portoghese a onorare la fine della carriera di uno dei miti del calcio lusitano, _: lui che era diventato prima giocatore, in età giovanissima, poi presidente a soli 42 anni, imprenditore di una fabbrica gestita con il fratello nel settore degli accessori di cuoio. "Onore a Voi... INVINCIBILI".

Superga, teatro dello schianto che alle 17.05 del 4 maggio del 1949 spazzò via per sempre il Grande Torino, una delle più forti squadre del mondo di tutti i tempi.

Numerosi cittadini e tifosi hanno segnalato le scritte al Comune.