Udinese - Genoa: le probabili formazioni

Udinese - Genoa: le probabili formazioni

Il motivo della vertenza risiede nella richiesta, avanzata da Delneri al Genoa, di 230 mila euro, somma corrispondente al premio salvezza della stagione 2012-'13, quando il tecnico prese in mano il Grifone a ottobre 2012, subentrando a Gigi De Canio, prima di essere sua volta esonerato da Preziosi, che si affidò a Ballardini dal 20 gennaio 2013. Quello che manca è il risultato, che è la medicina migliore.

"Solitamente non arrivo a far cose simili ma evidentemente Domenica scorsa volevo coprirmi difensivamente un po' più avanti". Sia il greco che il francese sembrano infatti recuperati e pronti a riprendersi il loro posto da titolari nello scacchiere tattico di mister Delneri. Nel 3-5-2 dunque c'è bisogno di trovare un altro giocatore per affiancare Giovanni Simeone (a secco da due mesi e mezzo): il principale candidato è Palladino, che giostrerà lungo il settore offensivo muovendosi come una seconda punta. Lui è un difensore ma al di là di questo l'ho visto sereno. Cerchiamo di fare il meglio e la sua fiducia e la sua stima sono aiutano.

Per farlo, il tecnico potrà contare sul ritorno di Veloso: "Valuteremo dopo la rifinitura se dall'inizio o a gara in corso", ha detto, mentre si prepara ad alcuni nuovi innesti con il passaggio al 4-3-3, anche se "il modulo conta relativamente", perché "piuttosto sarà importante l'interpretazione". Io i giocatori li guardo in faccia: ai chiarimenti credo relativamente. "Tutti i discorsi, alla luce del calendario pesante che abbiamo, contano quel che contano". Certi momenti nel calcio accadono, dobbiamo superarli insieme con umiltà e sacrificio - ha sottolineato - Dev'essere la base del lavoro e tutti insieme dobbiamo spingere verso una direzione che non è il chiacchiericcio o le voci come quelle "se torna l'allenatore".