Uccide paziente in ospedale e cerca di ferire infermieri

Uccide paziente in ospedale e cerca di ferire infermieri

Un uomo ha ucciso la scorsa notte un paziente nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Legnago, nel veronese, e si è scagliato con delle forbici contro medici e infermieri, due dei quali sono rimasti leggermente feriti nel tentativo di disarmarlo.

Orrore nell'ospedale di Legnago, nel Veronese. Il protagonista è un polacco 35enne da qualche giorno domiciliato a Nogara, iniziali T.P.M., che era stato ricoverato nel pomeriggio a seguito di atti autolesionisti, come riferito dai carabinieri. Nella giornata di ieri aveva tentato il suicidio tagliandosi i polsi, soccorso dal 188, è stato portato in ospedale.

Subito dopo l'uomo ha strappato anche i tubicini che tenevano attaccato alle macchine il suo compagno di stanza, Francesco Cevoloni, 52enne di Cerea, malato terminale, che ha perso molto sangue ed è morto poco dopo. Quando gli infermieri lo hanno avvicinato il polacco ha preso un paio di forbici per colpirli. Due di loro hanno riportato leggere ferite, prima di riuscire a immobilizzarlo.