Trump spinge Pechino a occuparsi della Corea

Il vuoto istituzionale che si è venuto a determinare è coinciso con un momento di forte tensione geopolitica, con il nuovo presidente Usa Donald Trump che promette di risolvere la questione nucleare nordcoreana e ventila una soluzione di forza.Il primo faccia-a-faccia tra i candidati, secondo quanto riferisce oggi il quotidiano JoongAng Ilbo, è andato in onda ieri sera alla televisione SBS e tutti hanno sottolineato la volontà di operare sul piano diplomatico con Stati uniti e Cina per scongiurare un conflitto.Il candidato del Partito democratico Moon Jae-in, che è considerato il favorito nella corsa alla Casa blu, ha chiarito che insisterà con Trump sul fatto che gli Usa, prima di un attacco sulla Corea del Nord, dovrà chiedere il "consenso" del governo sudcoreano. Lo riporta la Tass.

Il ministro degli Esteri giapponese, Fumio Kishida, non ha voluto commentare l'intervista alla Ap del viceministro degli Esteri nordcoreano Han Song-ryol secondo cui il suo Paese "andrà in guerra se" gli Stati Uniti "lo sceglieranno".

Le parole di Trump sono arrivate dopo che il portavoce del ministero degli Esteri di Pyongyang aveva minacciato "catastrofiche conseguenze" in risposta ad ogni ulteriore provocazione americana, definendo "oltraggiosa" la decisione Usa di dispiegare navi militari.

Una parata come sempre in grande stile, trasmessa dalla tv di stato, che ha visto in scena migliaia di soldati e l'ostentazione di prototipi di missili intercontinentali KN-08 e KN-14, oltre a carri armati, lanciarazzi multipli, pezzi d'artiglieria e un missile a combustibile solido. Se eletto intende chiedere a Trump di fermarsi e chiedere a Xi Jinping, il presidente cinese, di fare pressioni su Pyongyang.Tecnicamente la Corea del Sud è ancora in guerra con il Nord e i rapporti tra le due metà della penisola sono regolati da un armistizio. Lo ha riferito Nbc News citando funzionari americani.

Nbc, Usa pronti a raid preventivo contro Corea - Gli Usa sono pronti ad un raid preventivo con armi convenzionali contro la Corea del Nord se e quando i responsabili politici saranno convinti che Pyongyang si stia preparando a un test nucleare. E mentre una portaerei è stata dirottata già a inizio settimana nel Mare delle Filippine, dei bombardieri sono stati posizionati sull'isola di Guam per attaccare la Corea del Nord in caso di necessità.