Trump: possibile conflitto con NordCorea

Trump: possibile conflitto con NordCorea

"Vorremmo trovare una soluzione diplomatica, ma è davvero difficile", ha sottolineato il presidente degli Stati Uniti.

Trump ha lodato il ruolo del presidente cinese Xi Jinping, incontrato in Florida -"un uomo buono, che ho potuto conoscere bene: ama la Cina e il popolo cinese" - per essersi speso in questi giorni per frenare l'escalation. Certo, non vuole vedere tumulti e morte. "C'è la possibilità che si finisca con l'avere un grande, grande conflitto con la Corea del Nord".

A buttare ulteriore benzina sl fuoco è arrivato giovedì un video propagandistico diffuso dal regime di Pyongyang in cui si vede la Corea del Nord che attacca direttamente la Casa Bianca e la portaerei nucleare Uss Carl Vinson colpita da un missile Pukguksong-2, tra i più moderni nell'arsenale del regime di Kim Jong-Un. Ma a leggere il comunicato congiunto firmato dal segretario di Stato Rex Tillerson, dal capo del Pentagono James Mattis, e dal Director of National Intelligence Dan Coats, che hanno condotto la riunione insieme al capo delle Forze armate Joe Dunford, tutta la questione sembra prendere una via più rassicurante.

La Cina sollecita Stati Uniti e Corea del Sud a fermare le loro manovre militari e Pyongyang a bloccare i programmi nucleari per raffreddare le tensioni. Si dice quindi pronto a rinunciare a un'altra telefonata con la presidente di Taiwan, data la contrarietà cinese alla sua indipendenza da Pechino.

Una richiesta però rispedita al mittente da parte del Ministro della Difesa sudcoreano, dato che non vi è alcuna modifica all'accordo esistente, Seul fornisce i siti per il dispiegamento mentre Washington affronta i costi di installazione e di funzionamento del sistema; un'accordo che Trump ha definito "orribile", rimarcando che dovrà essere subito "rinegoziato o cancellato". Ed ha anche aperto una querelle con Seul, precisando, a proposito del sistema Thaad, di aver informato lo storico alleato nella regione che "sarebbe opportuno che pagassero". Il costo, pari a circa un miliardo di dollari, è troppo alto per la Corea del Sud che, secondo indiscrezioni, non avrebbe intenzione di pagare.