Trump ad Abe: Usa difenderanno alleati dalla Corea del Nord

Trump ad Abe: Usa difenderanno alleati dalla Corea del Nord

Alcune settimana fa, Uriminzokkiri, il principale mezzo di propaganda verso l'esterno della Corea del Nord, ha postato sul suo sito web una videoclip che mostra le immagini della portaerei Vinson prima di finire nel mirino immaginario di Pyongyang e poi bruciare. Sui media nordcoreani è arrivata la prima reazione da Pyongyang al raid contro il regime siriano ordinato dal Presidente USA Donald Trump. "E' stato un grande onore avere il presidente cinese Xi" Jinping e sua moglie "Peng Liyuan come nostri ospiti negli Stati Uniti". Un momento fondamentale: i due dovranno cercare di rompere il ghiaccio e capire da che parte andrà veramente la politica dei due Paesi che produco oltre il 40% del Pil mondiale, soprattutto dopo le ripetute accuse di Trump nei confronti di Pechino, sia sul commercio che sulla questione della Corea del Nord.

In un comunicato che ha riferito il contenuto della conversazione telefonica con il leader di Tokyo si legge: "Gli Stati Uniti continueranno a rafforzare la propria capacità di difendersi e di difendere i propri alleati con l'impiego di tutta la sua forza militare". Lo scenario è di NBC News, in base ad alti funzionari di intelligence ed esercito Usa.

Nei piani originari, il gruppo navale avrebbe dovuto fare rotta verso l'Australia, ma i timori di nuove intemperanze di Pyongyang, con l'ipotesi di sesto test nucleare o di lancio di un missile intercontinentale a ridosso del 15 aprile (compleanno del fondatore dello Stato, Kim Il-sung), ha portato al cambio di programma e al ritorno verso la penisola coreana.

- secondo la fonte - in risposta alle recenti provocazioni della Corea del Nord. Il nuovo vettore Hyunmu-2C può coprire 800 chilometri e sarà operativo entro il 2017.