Tre donne accoltellate da due mariti lasciati

Tre donne accoltellate da due mariti lasciati

L'autore del duplice omicidio è un uomo di 50 anni di Ortona, Francesco Marfisi, dipendente di un'azienda che eroga gas nel paese del Teatino.

Fra marito e moglie, che aveva 47 anni, sarebbero state in corso le procedure di separazione. La sua intenzione era quella di uccidere un'altra donna, un'amica della moglie da cui si stava separando, in un copione triste e violento che ormai da anni riempie le colonne della cronaca nera. Qui, Marfisi ha ammesso i due delitti ferocissimi, di fronte al sostituto procuratore della Repubblica di Chieti Giancarlo Ciani. Un uomo, Mirko Righetto, classe 1969, ha ucciso a coltellate la moglie, Nidia Licia Loza Rodriguez, classe 1980, e poi ha chiamato i carabinieri per costituirsi.

Un uomo è stato fermato dai carabinieri di Ortona per l'omicidio di due donne, amiche, avvenuto questo pomeriggio a Ortona in via Zara. Ma, appena scesa nell'androne del palazzo, la donna è stata pugnalata con un coltello.Francesco Marfisi successivamente si è recato in contrada Tamarete presso l'abitazione della Pezzella, accoltellandola in quanto la ritiene resposabile della fine della relazione con la moglie. Giunto in caserma, avrebbe confessato il duplice delitto e non si esclude il ferimento anche della figlia incinta al quinto mese. La moglie uccisa ieri aveva compiuto 47 anni, il presunto pluriomicida è un sessantenne di Lanciano fermato dai carabinieri. Infine è tornato in via Zara dove però, nel frattempo, erano arrivati i carabinieri. Nella sua auto i militari avrebbero ritrovato anche due coltelli da macellaio sporchi di sangue.