Traffico di droga dalla Spagna, 30 arresti nel clan Orlando

Traffico di droga dalla Spagna, 30 arresti nel clan Orlando

Si tratta di un'operazione su vasta scala che si colloca perfettamente nell'opera di bonifica territoriale attuata dalle forze dell'ordine sul territorio in risposta all'aumento esponenziale di reati legati al possesso ai fini di spaccio di stupefacenti, Un business che muoverebbe cifre da capogiro e che consentirebbe al sistema di insinuarsi nel tessuto vivo della società che conta con incredibile facilità.

Trenta arresti tra presunti uomini del clan Orlando. L'ordinanza di custodia cautelare eseguita dai militari dell'Arma è stata emessa dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) del capoluogo campano. Il procedimento ha preso le mosse dalle indagini finalizzate alla cattura di Orlando Antonio, latitante dal 2003, già condannato per appartenenza al gruppo camorristico dei Nuvoletta, all'epoca imperante.

Blitz dei Carabinieri di Castello di Cisterna contro elementi di spicco del clan Orlando operante tra Marano, Calvizzano e Quarto. I proventi del clan derivavano - secondo le risultanze investigative - da estorsioni a imprenditori e dal controllo diretto di attività commerciali oltre che, soprattutto, dall'importazione dalla Spagna di ingenti quantità di hashish poi redistribuite sulle piazze di spaccio di Marano, Calvizzano e Quarto, i gestori delle quali pagavano "il pizzo" al clan.

Clan Orlando: estorsioni, droga ed armi da guerra. La famiglia avrebbe, infatti, influenzato il voto nell'ultima tornata di elezioni amministrative per il Comune di Marano, mettendo lo zampino anche nelle successive scelte dell'amministrazione cittadina.