Sposa a 15 anni, allontanata dalla famiglia

Sposa a 15 anni, allontanata dalla famiglia

Nei giorni scorsi la studentessa torinese 15enne di origini egiziane ha telefonato al 'Servizio 114 Emergenza Infanzia' per segnalare l'intenzionde dei parenti di procedere a un matrimonio combinato con un adulto sconosciuto e 25enne. La madre è stata segnalata alla Procura, mentre l'adolescente è stata inserita in una comunità tramite l'Ufficio Minori del Comune di Torino. Questa comunicazione, tramite l'ufficio Minori della divisione polizia anticrimine della Questura, è stata affidata al commissariato 'Barriera Milano' che si è attivato contattando la scuola superiore dove la ragazzina frequenta il primo.

La quindicenne ha raccontato che il fidanzamento si sarebbe svolto dopo tre giorni e che era tutto pronto: banchetto nuziale, vestito rosso e viaggio in Egitto. Secondo il racconto della giovane la madre le avrebbe detto che non sarebbe più andata a scuola e che l'avrebbe mandata in Egitto dalla futura suocera in modo che non potesse più ribellarsi. I poliziotti che sono andati a trovarla la descrivono come "felice" e "serena" e lei sembra avere le idee chiare.

In Italia da sette anni, la ragazzina era stata promessa in sposa ad un egiziano, un commerciante ora irreperibile.

La ragazza per evitare il matrimonio aveva già tentato il suicidio tagliandosi i polsi.

Un altro caso di figli tolti ai genitori arriva da Torino, dopo quello accaduto a Bologna dove una 14enne del Bangladesh è stata allontanata dalla famiglia perché era stata rasata dopo il rifiuto di portare il velo.

La famiglia aveva deciso di promettere in sposa la figlia quindicenne ad uno sconosciuto di ben 10 anni più grande di lei. La denuncia è arrivata alla polizia, che si è tempestivamente attivata con gli esperti del settore.