Spagna, sospetta combine: fermato il mister marchigiano della Eldense

Spagna, sospetta combine: fermato il mister marchigiano della Eldense

La polizia spagnola ha fermato l'allenatore italiano dell'Eldense, Filippo Vito di Pierro, dopo il 12-0 subito sabato dal club di Segunda B contro il Barcellona B. Di certo è questo il sentimento che emerge dallo sfogo di Cheikh Saad, calciatore del club valenciano, che ai microfoni del programma 'El Món' in onda sull'emittente catalana 'Rac1' ha lanciato accuse pesantissime ad alcuni compagni di squadra, denunciando praticamente una combine. E del resto sono stato fatto fuori dall'undici titolare appena mezz'ora prima del match - ha detto Cheikh Saad -. La squadra domenica ha diffuso un comunicato nel quale si annuncia "la rescissione del contratto sottoscritto con il gruppo di investimento italiano e, cautelarmente, sospende l'attività sportiva della prima squadra" quando rimangono ancora sei partite da giocare. "L'allenatore mi ha detto di entrare, e gli ho risposto che non volevo".

Di Pierro è diventato tecnico dell'Eldense a gennaio dopo che un gruppo di investitori italiani - guidato da Nobile Capuani - ha preso il controllo del club di Elda (Alicante). Questi, senza fare nomi, ha parlato di quattro giocatori coinvolti.

Dopo la pesante sconfitta contro il Barcellona B, a lanciare l'allarme e a provocare l'apertura dell'inchiesta è stato il presidente dell'Eldense, David Aguilar, che ha denunciato possibili irregolarità legate a scommesse illegali e sospeso la prima squadra.