"Semina Proibita", i Radicali distribuiscono semi di cannabis davanti al Pirellone

In occasione della 'Four-twenty, Giornata mondiale della cannabis', a Milano, in Piazzale Duca D'Aosta, proprio davanti al Pirellone, alle 11.30 è prevista una 'semina proibita' pubblica alla quale parteciperanno Antonella Soldo, presidente dei Radicali italiani, Barbara Bonvicini, segretaria dell'associazione Enzo Tortora - Radicali Milano e Marco Cappato, tesoriere dell'associazione Luca Coscioni.

Cappato ha spiegato ai giornalisti la campagna di legalizzazione della Cannabis sostenuta dai Radicali, mostrando la bustina (con lettera di accompagnamento) contenente il seme a disposizione di tutti per consumare da se' senza rivolgersi alla criminalita'. La Digos - che ha sequestrato anche alcuni dei semi distribuiti - "ha fatto correttamente il suo dovere", ha precisato Cappato. Secondo l'esponente dei Radicali, siamo "nelle ultime settimane utili perché il Parlamento riprenda la discussione della legge sulla cannabis, altrimenti dovremo attendere altri due o tre anni per farlo", essendo vicina la fine della legislatura. Quanto alla Regione Lombardia, i politici locali vengono accusati di rifiutarsi di prendere in esame "la proposta di legge d'iniziativa popolare regionale sulla cannabis terapeutica". "Non pretendiamo che il Parlamento sia d'accordo al 100% con noi ma pretendiamo un'assunzione di responsabilità" ha tuonato. I Radicali e le associazioni Enzo Tortora e Luca Coscioni non vogliono che la questione finisca nel dimenticatoio. Così come per uso personale non commetto reato se vado in una qualunque strada di una grande città a comperare uno spinello.

L'iniziativa dei Radicali arriva nel giorno in cui a Milano al Lambretto si inaugura la 420Hempfest il primo Cannabis day importato direttamente dagli Stati Uniti. "Sì che l'ho fumato, sono stato giovane anch'io", ha detto il primo cittadino.