Sciopero dell'Atm il 5 aprile

Sciopero dell'Atm il 5 aprile

Il 5 aprile vedrà inoltre anche lo sciopero di Alitalia a partire dalla mezzanotte del 4 aprile: convocata da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta, USB e CUB Trasporti, l'interruzione interesserà i dipendenti Alitalia di tutto il Paese. "E duneuq domani sarà, salvo colpi di scena, sciopero". C'è un clima di grande delusione perché ci aspettavamo che il Comune venisse e facesse la sua parte. Ieri è fallita la trattativa fra Comune e sindacati che, dopo un presidio in piazza Scala, hanno incontrato l'assessore alla Mobilità Marco Granelli, ma alla fine la fumata è stata nera. Rimarranno fermi bus, tram e metrò dalle 8.45 alle 12.45, ad eccezione delle fasce di garanzia.

"Ci sono invece tante famiglie a rischio e non è un caso che si sia arrivati allo sciopero generale; una cosa del genere non si vedeva a Milano da almeno dieci anni".

Lo sciopero del 5 aprile a Milano è quindi stato indetto contro il rischio "di spezzatino dell'azienda e del nostro posto di lavoro", hanno detto preoccupati i sindacati, che annunciano: "Ed è solo la prima azione di sciopero in Atm per garantire la qualità del servizio della Città metropolitana e il lavoro per migliaia di famiglie milanesi", "siamo pronti anche a un secondo sciopero di 24 ore". "Stiamo cercando di salvaguardare la qualità del trasporto pubblico". La presente comunicazione è valida ai sensi e per gli effetti della legge 146/90 sulla regolamentazione degli scioperi nei pubblici servizi. Si tratta del procedimento che ha avviato il percorso verso le gara e diviso i contratti tra il servizio di trasporto ed i servizi come ad esempio la sosta o il bike sharing. La conclusione: "Lottiamo per il futuro dei trasporti di tutti".