Scandalo Eldense: ecco le 5 partite truccate

Scandalo Eldense: ecco le 5 partite truccate

Con lui Nico Chafer, compagno di squadra, l'allenatore in panchina sabato, Fran Ruiz, e i due italiani coinvolti nella vicenda: Filippo Vito Di Piero, allenatore senza patentino del club di Elda, e Nobile Capuani, l'uomo che ha portato Di Piero e che è la faccia visibile della cordata italiana che da gennaio ha messo le mani sulla società della Comunitat Valenciana. Stando a El Confidencial non ci sarebbe alcun gruppo dietro a Capuani, che prese il controllo del club con collaboratori italiani. Diversigiocatori del club oggi sono stati interrogati dalla polizia.

Denuncia A denunciare la presunta combine è stato il presidente del club David Aguilar, che ha parlato di possibili irregolarità legate alle scommesse illegali, sospeso la prima squadra e chiesto una inchiesta della Liga spagnola.

ALTRE QUATTRO PARTITE - Sono nei guai, tutti e 5, perché nella notte la radio Cope ha svelato, con dettagli economici e messaggi di WhatsApp molto dettagliati, la trama ordita per fare soldi con le scommesse in almeno altre 4 partite dell'Eldense. "So chi sono ma non posso dirlo ancora" ha affermato. La terza Cornellà-Eldense (3-1) del 19 marzo.

Tra i giocatori bonificabili, scrive il quotidiano, figurerebbero anche gli italiani Alessandro Zanier e Nicola Muratore, che Capuani, che si ritiene "vessato e attaccato ingiustamente" in una bozza di comunicato stampa inviata al Corriere della Sera sottolinea, fino a gennaio "non erano tesserati per l'Eldense ed agli stessi non può essere addebitato nulla, men che meno che a tale data i punti raccolti in campionato fossero solo 6 (8 qui occorre mettere il dato preciso)". Il quarto match finito nel mirino degli inquirenti poi sarebbe Eldense-Gavà del 26 marzo (0-1), con tanto di scommesse sullo 0-0 del primo tempo e sul risultato finale.