Sarri: "Non ho mai visto una Juve così in difficoltà"

Sarri:

Higuain? "Ha fatto una buona partita, sono contento di lui - aggiunge Allegri -: deve essere riconoscente a Napoli per quello che gli ha dato e Napoli deve essere riconoscente a lui per quello che ha fatto".

Massilimiliano Allegri ha parlato al termine della partita tra Napoli e Juventus, finita 1-1 con le reti di Khedira e Hamsik. Lo stadio è stato straordinario, un clima bellissimo, grande tifo. Si compie così il pronostico dello chef Cannavacciuolo: il cuoco napoletano, che prossimamente aprirà un ristorante a Torino, si era appunto augurato un turno di diguno per il Pipita, il cui nome subissato dai fischi non era stato pronunciato dallo speaker del San Paolo alla lettura delle formazioni. La strada che hanno intrapreso questi ragazzi mi sembra quella giusta anche se - ha aggiunto - ha ancora qualche piccolo margine di miglioramento.

"All'inizio della partita abbiamo fatto bene, ma una volta in vantaggio abbiamo smesso di giocare". Stasera siamo stati molto bravi sulla prima pressione sui palloni persi, siamo riusciti a sporcare le ripartenze sul primo passaggio.

MILIK - "Se mercoledì metterò Milik?" Stasera sarebbe entrato se non avessi avuto due cambi obbligati.

Andare sotto contro una squadra come la Juventus poteva metterci in difficoltà psicologica, questa è una prestazione importante. "Abbiamo preso tanti gol, per fortuna alcuni non determinanti li abbiamo presi staccando troppo presto, stasera facendo così la partita l'avremmo persa 3-1". Il rapporto con lui è buonissimo; mi ha dato tantissimo. L'allenatore bianconero ha analizzato il match ai microfoni di "Sky Sport". È stata una partita molto bloccata, giocando più lucidi potevamo fare più gol. A me sembra sempre il solito, pericoloso come sempre. "Abbiamo scherzato. Per me rimane il 9 vero più forte del mondo".