Sarri: Napoli Juve non è mai una partita normale

Sarri: Napoli Juve non è mai una partita normale

Ringraziamo Gennaro, un tifoso azzurro che ci ha inviato le foto dalla fila fuori lo stadio, mentre attende di entrare in un San Paolo che si preannuncia più infuocato che mai per la super sfida Napoli-Juventus, arricchita proprio dal ritorno del core 'ngrato Higuain.

Sarri: "Higuain e Allegri?". Il calcio italiano (e non solo) si prepara a vivere una domenica di fuoco grazie al big match del San Paolo (ore 20.45), tornato ad essere uno dei migliori prodotti della nostra Serie A. In palio, come detto nei giorni scorsi, non ci sono scudetti o coppe, un bel viatico per raggiungerli però sì. "Purtroppo in Italia si vive sulla polemica, bisognerebbe guardare più in casa propria che in quella altrui". Non mi interessa quale sarà l'accoglienza del pubblico per lui, io gli voglio bene e gli devo molto. "E' normale che i tifosi napoletani prima lo applaudiranno e poi lo fischieranno". "È praticamente impossibile, poi c'è spazio alla casualità, ma non credo". In caso di vittoria, il distacco si ridurrebbe a 7 punti, un gap che il tecnico considera quasi incolmabile, soprattutto alla luce del rendimento della Juve: "Raggiungere la Juve?" Allegri infatti, oltre all'infortunato Pjaca (almeno 6 mesi di stop), deve fare i conti con gli acciacchi di Dybala e Mandzukic, convocati ma probabili panchinari. Toccherà a lui darci la risposta definitiva, perso appena 14 punti e dunque nelle ultime 10 giornate, se facciamo una proiezione, ne perderanno solo 4. E' in corso di distribuzione a tutti i tifosi una foglio con il fatidico 71 stampato in "onore" del campione argentino, il cui passaggio alla Juventus, in estate, non ha fatto per nulla piacere ai tifosi partenopei. Hysaj e Hamsik sono tornati in gruppo.