Roma, furia Dzeko: sostituito, manda a quel paese Spalletti

Roma, furia Dzeko: sostituito, manda a quel paese Spalletti

Di sicuro tra Spalletti e Firenze c'è un rapporto speciale e non è detto che non possa nascere qualcosa visto che si è raffreddata la pista Tottenham. Ma lo spagnolo nei giorni scorsi ha spento le voci, almeno per il momento.

POLEMICA DZEKO - "Ho salutato tutti e ci siamo baciati. Sul 4-0 poi immancabilmente abbiamo abbassato un po' il livello di confronto e di lotta, mentre gli altri invece rimangono applicati, perché sono un po' frustrati da quello che è il risultato e vogliono venire a tentare di farti almeno un goal". La settimana più lunga nella Capitale è appena cominciata e si concluderà domenica quando alle 12:30 ci sarà il calcio d'inizio di un derby d'importanza... capitale.

"Capisco Dzeko, ma le scelte vanno rispettate". Viste le sfide che attendono la Roma, non c'è tempo per riposare. Il lavoro che è stato fatto ora dopo ora, giorno dopo giorno, mese dopo mese, da questi professionisti è un lavoro importante. Se arrivassimo secondi, sarebbe da considerare come un risultato eccezionale. Uno striscione eloquente - "Spalletti resti o te ne vai?" - ha fatto capolino in prossimità del cancello d'accesso al centro di allenamento di Trigoria. Abbiamo perso e siamo usciti da competizioni dove si poteva andare avanti, ma non siamo mai tornati indietro. Al tecnico giallorosso, infatti, non è andata giù l'accusa dell'ex terzino, che ha additato a Spalletti di essersi comportato in maniera poco corretta nei confronti del suo bomber. Dall'anno scorso fino a quest'anno ha avuto coerenza di risultati, di prestazioni e di numeri fatti. I partenopei, dopo il pareggio con la Juve, hanno vinto e convinto contro la Lazio ma l'incapacità di conquistare i 3 punti a Reggio Emilia, nonostante pali e sfortuna, può essere un segnale d'allarme. Ed il rammarico di Spalletti? "L'Europa League, così le abbiamo dette tutte". I calciatori dell'Inter sono arrivati ieri al centro Suning di Appiano per iniziare il ritiro.