Ragusa, uomo abusava da anni della figlia della convivente

Ragusa, uomo abusava da anni della figlia della convivente

Un uomo è stato arrestato dalla polizia di Ragusa con l'accusa di aver abuso sessualmente della figlia minorenne della propria convivente. Una storia turpe che andava avanti da tempo e che ha trovato piena conferma nelle parole della bambina, che ha raccontato ogni cosa alle agenti della Mobile ed alla psicologa. Il proprietario della casa, visionando le immagini, avendo visto quanto accadeva, ha chiamato la Polizia. L'uomo, un ragusano, aveva condotto la vittima in una casa di campagna non sua. Veniva concordato con il sostituto procuratore Marco Rota un intervento immediato per porre fine agli abusi.

La minorenne non aveva mai parlato con nessuno (né con le amiche né coi parenti) delle violenze sessuali poiché l'uomo l'avrebbe minacciata di far del male sia a lei che alla madre. Lo stesso ha fatto il padre della bambina appena informato della vicenda. E per questo subiva ogni caso, restando in silenzio.

Il Gip di Ragusa ha emesso una misura cautelare in carcere nella sezione speciale destinata a chi commette abusi sessuali. È emerso che l'uomo non era la prima volta che portava la piccola in zone di campagna in casolari abbandonati o case disabitate, così da non essere visti da chi avrebbe potuto informare le forze dell'ordine.