Primo derby della Madonnina tutto cinese: che spettacolo

Primo derby della Madonnina tutto cinese: che spettacolo

Protagonista social anche l'ex di entrambe le squadre Mario Balotelli che prima nelle sue stories immortala un'immagine della sua televisione di un tifoso interista con le mani tra i capelli, per l'occasione sprecata dai nerazzurri. Scatta la festa negli spogliatoi con la nuova proprietà cinese.

Il Milan spreca, l'Inter no e al 36' mette in discesa il match con Candreva: l'esterno, innescato da un lancio lungo di Gagliardini, vince il duello con De Sciglio e infila Donnarumma in uscita. Inutile per i nerazzurri il doppio vantaggio Candreva-Icardi; Romagnoli riapre e Zapata al 97' beffa. All'ora di pranzo e con tutta la Cina schierata per vedere giocare Inter e Milan. "La gara non l'abbiamo vinta perché non siamo riusciti a chiudere la gara". È stata una partita sofferta: abbiamo provato a essere aggressivi all'inizio, lasciando qualche spazio agli avversari, allora ci siamo coperti maggiormente per poi ripartire. "E' un bravo allenatore ma deve pensare alla sua squadra". Nel calcio tutto sta cambiando e forse il presidente, a ottant'anni, ha pensato che fosse ora di lasciare. Ma abbiamo preso due gol su palla inattiva, serviva un po' più di scaltrezza ma il cambio tattico non ci ha penalizzato, anzi ci ha dato sostanza. In questa fase sale in cattedra Medel che in mezzo all'area ferma più volte Bacca e spazza tutto quello che c'è da spazzare.

Il derby cinese dei record (San Siro esaurito con incasso di 4 milioni di euro e oltre 860 milioni di telespettatori) finisce col Milan che in pieno recupero strappa il pari all'Inter (2-2). "A norma di regolamento non si può dire che abbia fatto male, ma non sempre si verificano comportamenti ligi come quelli di oggi". Già da oggi, da questo derby che vale l'Europa League. Invece il Milan entra subito in partita, colpendo anche il palo con Dulofeu (sotto gli occhi di Braida, che lo monitora per il Barcellona) a metà di una mezz'ora di gara, non bella ma davvero intensa. Nel primo tempo abbiamo concesso qualcosa, mentre niente nella ripresa. Cinque minuti di extra-time, ma si perde molto tempo e l'arbitro prolunga di altri due minuti.