Prada riduce i costi e rallenta la discesa degli utili

Prada riduce i costi e rallenta la discesa degli utili

Ricavi in linea con le attese a quota 3,184 miliardi di euro, con trend in miglioramento nel secondo semestre, (-9 percento a cambi costanti sull'intero esercizio e -6 percento a cambi costanti nel secondo semestre) per Prada nel 2016.

Orsero, società quotata all'AIM Italia in seguito all'integrazione con Glenalta Food, ha comunicato i risultati 2016, periodo chiuso con ricavi proforma per un ammontare di 684,97 milioni di euro e un utile netto di 18,15 milioni di euro. Il risultato netto è stato pari a 278,3 milioni. Il canale wholesale cresce del 15% a cambi costanti (+13% a cambi correnti) a 504,4 milioni, con un progresso significativo rispetto al 2015 grazie ai positivi risultati delle collaborazioni recentemente avviate con partner e-tailers.

Dal punto di vista geografico, l'Europa ha registrato una flessione del -5% a cambi costanti rispetto al 2015. Hong Kong e Macau hanno significativamente ridotto il calo degli ultimi anni e mostrato tendenze in netto recupero verso la fine dell'esercizio. Il Middle East, infine, è in calo del -10% a cambi costanti. La strategia retail si è spostata dall'espansione geografica all'ottimizzazione del network e alla sua integrazione digitale: "abbiamo creato nuovi concept all'interno dei negozi, per valorizzare la shopping experience e i primi risultati sono incoraggianti". Il consiglio ha proposto all'assemblea degli azionisti, convocata per il prossimo 31 maggio, un dividendo di 12 centesimi di euro per azione, in crescita del 9% dal 2015. "Con questi obiettivi abbiamo costituito un nuovo team che con la propria esperienza contribuira' a innovare la strategia digitale del Gruppo".