Pistoia, cadavere occultato per riscuotere la pensione: 51enne in manette

Pistoia, cadavere occultato per riscuotere la pensione: 51enne in manette

Il cadavere di una donna, di 90 anni è stato trovato oggi in un'abitazione a Pescia (Pistoia), dove l'anziana viveva con la figlia cinquantunenne.

La polizia è intervenuta in seguito ad alcune segnalazioni da parte dei vicini, che avevano segnalato condizioni igieniche precarie e strani odori provenienti dall'appartamento. La donna è stata quindi costretta a chiedere una mano ai vicini di casa che si sono però insospettiti da quel suo deciso rifiuto di farli entrare in una camera e si sono così rivolti alla polizia. L'autorità giudiziaria ha già disposto l'esame autoptico della salma, che stabilirà la data e la causa della morte. Il vicequestore aggiunto Raffaella Papaccioli, riferisce che "il corpo trovato era in avanzato stato di decomposizione, in condizioni compatibili con un decesso avvenuto da diversi anni".

Gli agenti intervenuti hanno ipotizzato che la morte possa risalire anche a diversi anni fa. L'agghiacciante vicenda è scaturita per motivi economici: la figlia avrebbe infatti continuato per anni a riscuotere la pensione di 1.300 euro al mese della madre morta, l'unica sua fonte di reddito e sostentamento. Ad intascare quelle somme, di fatto, era il figlio che adesso dovrà rispondere di truffa ai danni dello Stato e occultamento di cadavere.