Pierclaudio Raviola rapinato e ucciso in un parcheggio in Nuova Zelanda

Pierclaudio Raviola rapinato e ucciso in un parcheggio in Nuova Zelanda

Un italiano di 65 anni, Pierclaudio Raviola, originario di La Spezia, è stato ucciso in Nuova Zelanda. L'uomo, che viveva in Nuova Zelanda da alcuni anni, è stato aggredito giovedì notte: un poliziotto lo ha trovato riverso a terra con gravi ferite alla testa. Trasportato in ospedale Raviola è stato sottoposto a un intervento chirurgico e tenuto in coma farmacologico, nella speranza che potesse riprendersi. Purtroppo però ieri è deceduto. Lo spezzino è stato descritto come un uomo con un carattere estroso, sorridente e solare.

Molto probabilmente la locale autorità giudiziaria ha autorizzato il distacco su richiesta avanzata dai medici dell'ospedale che hanno accertato la morte cerebrale dell'uomo dopo la lunga agonia. Rapide le indagini della polizia neozelandese, che dopo poche ore ha arrestato tre persone, tra le quali un ragazzo di appena sedici anni. Si sta tentando di capire cosa sia accaduto, ma l'ipotesi più probabile è quella della rapina sfociata in tragedia. Ma sono in cerca di testimoni, in particolare gli occupanti di una Toyota Vitz color oro che potrebbero aver assistito alla scena la scorsa notte.