Pd, dalle convenzioni all'assemblea: le tappe del congresso democrat

Queste le prossime tappe. Come in tutta Italia, anche a Montalto si sono riuniti gli iscritti al Partito Democratico per sentire le ragioni delle mozioni a sostegno dei tre candidati, le mozioni sono state rappresentate ampliamente, dando spazio, ad un corretto e costruttivo confronto: la mozione di Andrea Orlando è stata esposta da un nostro iscritto, Alessandro Ansidoni, la mozione di Matteo Renzi è stata esposta da un componente della nostra segreteria del circolo, Enzo Prosperi, la Mozione di Michele Emiliano è stata esposta da un nostro iscritto Mauro Paoletti. Passano i tre più votati, ma bisogna ottenere almeno il 5 per cento dei voti. Ciascun candidato alle primarie può avere una o più liste collegate. I seggi saranno aperti dalle ore 8 alle 20.

Si dice soddisfatto Franco Barile, consigliere comunale e segretario del PD locale, per la notevole affluenza registrata: "Ancora una volta, il Partito Democratico conferma il metodo partecipativo per discutere, confrontarsi e affermare un'idea concreta di democrazia interna". "Gli iscritti si sono espressi in maniera chiara sulla volontà di voler conferire a Matteo Renzi un mandato preciso a cambiare l'Italia e l'Europa per costruire un 'partito pensante' che contribuisca a questo scopo, proprio come si legge nella mozione di riferimento - affermano Bruno e Bressi -".

Michele Emiliano supera la soglia per partecipare alle primarie del Pd in programma il 30 aprile. Dopo la consultazione popolare, il nuovo segretario sarà proclamato dall'assemblea nazionale che sarà convocata per domenica 7 maggio. Richiesto un contributo è di due euro.