Papa Francesco: ricevuti oggi in udienza il principe Carlo e Camilla

Papa Francesco: ricevuti oggi in udienza il principe Carlo e Camilla

Quando lui gli ha risposto alle 4, Carlo ha commentato: "È un lavoro molto duro". Noblesse oblige. Carlo e Camilla hanno portato in dono all'ospite una grande scatola in midollino contenente i prodotti del loro orto che nella tenuta di Highgrove vengono curati personalmente dal principe notoriamente sensibile all'ambiente. "Era difficile scegliere qualcosa per lei Santità".

Altro regalo del Papa, una copia della sua enciclica "Laudato si'" e delle sue esortazioni apostoliche "Evangelii gaudium" e "Amoris laetitia", in edizioni rilegate in pelle rossa con sopra lo stemma papale. La visita ha, di fatto, ingenerato l'idea di organizzare una settimana di Made in Italy a Londra per far conoscere le aziende agroalimentari delle zone terremotate del centro Italia: il principe di Galles ha, infatti, chiesto al presidente di Slow Food, Carlo Petrini, di organizzare questo evento promozionale, promettendogli il sostegno del suo Paese. "Queste sono le mie opere". I punti di convergenza tra il Papa e il Principe Carlo non sono pochi, a cominciare dal tema dell'ecologia e dei cambiamenti climatici, il dialogo tra le fedi e la protezione dei cristiani in Medio Oriente.

Conversazione pubblica a parte avvenuta nella saletta dell'Aula Paolo VI sia durante lo scambio dei doni che durante la presentazione della delegazione (ben 16 persone, compreso il ministro Alan Duncan che poi ha incontrato a parte il Segretario di Stato Parolin) il colloquio privato, durato poco meno di una mezz'ora, è avvenuto a porte chiuse. La moglie Camilla indossava un abito di seta chiaro. Carlo e Camilla hanno poi visitato l'Archivio Segreto Vaticano e la Biblioteca Vaticana, e incontrato i membri della comunità britannica che lavorano presso la Santa Sede.