Palermo, Lopez: "Partita per veri uomini"

Palermo, Lopez:

Dopo la pausa per le nazionali il Palermo torna ad allenarsi al gran completo in vista del match interno di domenica alle 15.00 contro il Cagliari.

"Quella di domani e' una partita fondamentale, e' inutile nasconderlo, e' una gara chiave e quindi bisogna affrontarla come tale". Dopo l'esperimento fallimentare della difesa a 3 schierata nell' ultimo match perso 4-1 contro l'Udinese, il tecnico Uruguagio sembra orientato a riproporre il 4-2-3-1, che non avrà dato i punti sperati ma quantomeno ha garantito prestazioni sicuramente migliori rispetto alla disfatta della Dacia Arena. Ricordiamo che i rosanero vengono da quattro sconfitte nelle ultime cinque partite, mentre i sardi arrivano alla gara dal pareggio rimediato contro la Lazio. Giocheranno uomini veri che dovranno dimostrare quello che si fa in campo. Domani non scenderanno giocatori tristi. Posavec è il nostro portiere, sta bene cosi come tutti i nazionali. Gliel'ho detto anche più volte, lui sa che può dare molto di più e deve. I rosanero affronteranno un Cagliari che naviga in acque tranquille: "I rossoblù meritano la classifica che hanno". Abbiamo cercato di lavorare sulla testa dei giocatori. Penso solo alla partita e voglio vincere con il Palermo. Il tempo non c'è, dunque bisogna scegliere una linea e continuare su questa linea, io sono convinto di aver trovato la direzione da seguire però, giustamente, va accompagnata dai risultati che è fondamentale per tutti. Credo che abbiamo un grande potenziale, ma deve imparare a sfruttare meglio le sue qualità.

L'esperienza con il club sardo, che l'uruguaiano ha vissuto sia da giocatore (per 12 stagioni consecutive dal 1998 al 2010) sia da allenatore (prima nel settore giovanile e poi sulla panchina della prima squadra) resterà per sempre la tappa più importante ed intensa del suo percorso professionale.

"Dobbiamo tirare di più in porta". Faccio l'esempio del Napoli. "Non serve per forza fare il gol a giro all'incrocio, ma insistere e insistere".

Cosa che può far incappare nei blocchi geografici e nella impossibilità di vedere le sfide in programma.