Palermo ko anche col Cagliari, vicina la B

Palermo ko anche col Cagliari, vicina la B

Una storia, quella fra il Cagliari e Lopez, davvero infinita.

CHE TRAJKOVSKI! - Il Palermo comincia bene, trascinato soprattutto da Trajkovski che, spostandosi continuamente sul fronte d'attacco, non dà riferimenti ai difensori avversari, facendo "ballare" in particolare Bruno Alves e Isla.

Coi sardi, per il Palermo sarà gara da ultima spiaggia, accorciare le distanze dall'Empoli per alimentare le chance di salvezza: "Per noi è fndamentale, è inutile nasconderci".

Allo stadio Renzo Barbera il Cagliari ottiene un bel successo in rimonta in casa del Palermo per 3 a 1. Abbiamo disputato una grande partita, nei primi 45' abbiamo stentato ma nel secondo tempo siamo usciti fuori bene, riuscendo a mettere in pratica quanto avevamo preparato nel corso della settimana. Il capocannoniere rossoblù è freddissimo nel realizzare la rete (la tredicesima in campionato) del 2-1 che regala altri tre punti alla sua squadra. Il Cagliari spinge sull'acceleratore e al 58′ si porta in vantaggio con Borriello che sfrutta una tiro-cross di Sau e dopo aver scartato Fulignati mette dentro il gol dell'1-2.

QUI PALERMO - Diego Lopez dovrà fare a meno di Alessandro Diamanti, squalificato per due turni dal giudice sportivo dopo la reazione avuta in campo contro l'Udinese. Anche in questa circostanza difesa rosanero non pervenuta. "Il loro umore - conclude il tecnico uruguaiano - è molto negativo". Bisogna essere forti in quei frangenti, invece abbiamo dato la sensazione che il primo gol di Ionita ci avesse dato una mazzata.

SALLAI 5 Impalpabile dal momento in cui entra per sostituire Vitiello. A destra torna il leader di questo gruppo, Andrea Rispoli con il giovanissimo Pezzella a sinistra. Rastelli potrebbe confermare ancora una volta lo schieramento a una punta optando per il 4-4-1-1.

Ecco la cronaca: Diego Lopez cambia tutto, in porta conferma per Fulignati, Trajkovski schierato in avanti assieme a Nestorovski, in difesasi rivede Vitiello; Cagliari con la coppia Sau-Borriello. Tra il 20′ e il 21′ doppia occasione per Nestorovski che ci prova prima di testa e successivamente con un destro sul secondo palo mettendo in difficoltà Rafael.