Offerti 16 mila euro per rimanere a letto due mesi

E per farlo offre 16mila euro a chi accetta di passare due mesi a letto, senza mai alzarsi, per un esperimento utile per simulare l'effetto dell'assenza di gravità.

E' possibile guadagnare 16mila euro per stare a letto due mesi? .

L'annuncio è online, sul sito dell'Istituto di Medicina e Fisiologia Spaziale di Tolosa (Medes).

"Per assicurare la salute dei prescelti, gli scienziati sottoporranno le "cavie" a una batteria di test nelle due settimane precedenti e successive all'esperimento". Uno scherzo? No. Un pesce d'aprile in ritardo?

I volontari, infatti, dovranno affrontare 88 giorni di ricerca, da settembre a dicembre 2017, di cui sessanta di simulazione di condizioni di assenza di gravità: l'obiettivo è quello di studiare i meccanismi di adattamento del corpo a due mesi di microgravità simulata e gli effetti di una combinazione di integratori antiossidanti e farmaci anti infiammatori su uomini in buona salute.

Essere in perfetta forma fisica, non fumare, avere un indice di massa corporea tra 22 e 27, non soffrire di allergie e non avere patologie alimentari tipo celiachia o altro.

Beck avverte che il lavoro è molto più duro di quanto non sembri e sottolinea che coloro che accetteranno questo incarico dovranno fare tutto - mangiare, lavarsi ed esplicare le loro funzioni fisiologiche - rimanendo a letto.

Al termine dei due mesi saranno effetuati di nuovo test per valutare quando avrà influito la microgravità sull'organismo umano.

"In alcune condizioni il sistema cardiovascolare è coinvolto e non è in grado di svolgere lo stesso lavoro che faceva prima dell'esperimento", afferma il Professor Beck che sottolinea come i risultati di questo esperimento potrebbero essere vertigini, ipertensione e diminuzione della pressione sanguigna.

L'aveva raccontato bene a, ex volontario per la Nasa, dopo 70 giorni passati a letto: "Non appena il letto è stato messo in posizione verticale, mi sono sentito le gambe pesanti come non mai". Inoltre metà dei volontari assumeranno un certo "Cocktail", proprio così lo chiamano i ricercatori senza fornire ulteriori spiegazioni.

Siete ancora dell'idea di partecipare?