Non ho più 24 anni. Il mio corpo ha bisogno di recuperare

Non ho più 24 anni. Il mio corpo ha bisogno di recuperare

Per Nadal invece Miami è un torneo maledetto: Rafa non è mai riuscito a vincerlo. Ma queste non sono le uniche vittorie della stagione dell'elvetico sull'iberico; infatti, anche ad Indian Wells, negli ottavi di finale, ebbe la meglio sul maiorchino in due set, titolo poi vinto in finale contro il connazionale Stan Wawrinka.

"Non ho più 24 anni e il mio corpo ha bisogno di recuperare. Il mio ginocchio inoltre si era comportato in maniera davvero strana l'anno scorso, quindi forse stare più lontano possibile dalla terra è una buona cosa". Starò sul cemento per il prossimo mese, poi probabilmente mi allenerò sulla terra due settimane prima del Roland Garros, in funzione di come sarà andata la preparazione. Ma ormai, con questa nuova versione del "Re", ci aspettano tanti altri mesi (e speriamo, anni) di divertimento, che avranno in Federer, uno, se non il principale, indiziato, ad alzare al cielo i trofei più importanti, in modo particolare, Wimbledon. Esclusa la sua presenza nel Master 1000 di Montecarlo, a a sentirlo non giocherà neppure a Roma e Madrid (a meno di ripensamenti). La domanda è adesso una sola: Federer proverà a dare l'assalto al Roland Garros o salterà la stagione sulla terra passando direttamente all'amata erba fra Stoccarda, Halle e Wimbledon?

Non possiamo trascurare il fatto che la risalita di Federer sia stata anche favorita dall'inizio di stagione molto deludente dei dominatori delle ultime stagioni, ovvero lo scozzese Andy Murray ed il serbo Novak Djokovic: coloro che, insieme a Nadal, avevano oscurato lo svizzero per parecchio tempo.