Morgan fuori da "Amici 16", la sua risposta a Maria

Morgan fuori da

Dopo l'ufficializzazione del suo addio ad Amici 16, Morgan rivela su Facebook di esser stato 'tratto male' e di esser stato vittima di una 'sceneggiatura televisiva'. In questi casi si dice "chi vivrà vedrà", ma il consiglio è sempre quello di spegnere la televisione e fare proprio un vecchio slogan di Maurizio Costanzo: preferisco vivere. Non a caso, provocando, Morgan tira in ballo gli assistenti sociali, che invita a fare irruzione nel loft senza finestre dove i ragazzi vivono, in una sorta di film horror. Ha scelto di mandare un suo rappresentante con l'intento di spiegare ai ragazzi chi fosse davvero Morgan e quali qualità avesse da offrir loro. E aggiunge: "Dopo una lunga e vana attesa di un incontro con gli autori e con chi gestisce la produzione, tutto è degenerato". Da lui sono partiti gli insulti, le accuse, le teorie del complotto e persecutorie, fino alla ovvia e necessaria risoluzione degli impegni reciproci.

"Stimiamo Morgan come artista", ma "abbiamo bisogno di un vero coach. E anche in puntata parlava più delle canzoni che di noi". Le tappe sono state varie: il comunicato di Maria De Filippi che annunciava la cacciata di Morgan, la replica al veleno del cantautore, gli interventi di Elisa e Boosta e ora una nuova puntata della saga, con Morgan che si scaglia nuovamente contro il talent di Maria attraverso la diretta Facebook 'Nemici di Morgan Castoldi, così è stata denominata sarcasticamente. I ragazzi quando sono là dentro sono trattati come schiavi, ha denunciato Morgan: 'Vivono in casette senza finestre, senza libri, non ci sono strumenti didattici o didatti per stare con ragazzi spesso minorenni!'. Io ho offerto loro molte proposte molto impegno e molta passione e molta professionalità loro mi hanno linciato. Un ambiente dove avviene un linciaggio è normale? Quindi il moto d'orgoglio: "Vi ricordo che nonostante i loro disperati tentativi di massacrarmi, anche da fuori, nella gara rimango in vantaggio!".

Ribadisco -conclude il cantante- che non è vero delle divergenze coi ragazzi, è roba costruita, i ragazzi devono eseguire tutti i loro ordini peggio che militari.

Nelle prossime ore ne vedremo sicuramente delle belle perchè da un lato, ci saranno tutte le persone che credono in Amici, in Maria De Filippi nella tv commerciale capace di realizzare un sogni. Ma è normalissimo, perché se tu consegni a loro i brani, prima che lo faccia io, come dei macigni incomprensibili... se invece io fossi arrivato e dando loro dei brani e spiegando loro il contesto, facendoglieli sentire con la chitarra, raccontandoli, facendoli capire, loro li amano i brani... ma mi hanno impedito anche questo. L'attacco a Maria è dunque forte e diretto e racconta una storia ben diversa da quella della presentatrice.