Montella: "Attenti a Empoli e Crotone"

Montella:

Alla vigilia della sfida con l'Empoli, il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, è intervenuto in conferenza stampa annunciando una novità importante: "Potrei convocare Montolivo domani. Da lui ci aspettiamo i gol, ma non è che quando non segna vuole dire che ha fatto male". "Il Milan ha fatto una grande partita".

Sul duello con l'Inter: "Sento la rivalità con l'Inter, ma non oltre il dovuto". "Sono contento mi chiediate di questo, volevo precisare che non c'è niente contro Pioli, dopo il derby avevo avuto la sensazione che l'Inter avesse perso tempo, ma certo non ho mai messo in discussione che arrivasse alla vittoria in modo corretto, perciò dico a Stefano che mi dispiace". La nuova proprietà deve allestire il programma a breve, medio e lungo termine, condizione essenziale per pianificare strategie e obiettivi, ma intanto alle porte c'è un finale di stagione da cui il Milan deve uscire nel migliore dei modi. "Locatelli si sta allenando in maniera eccellente e dal punto di vista tecnico ha la mia massima fiducia". Monaco? Sono andato con Mirabelli per vedere una partita assieme e conoscerci.

Capitolo mercato: "Non voglio fare una lista". Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ricorda così Michele Scarponi, il ciclista marchigiano morto dopo essere stato investito mentre si allenava. "Non abbiamo parlato di contratto".

Sulla partita di domani: "Dovremo muovere velocemente la palla ed essere pazienti".

Infine una battuta su Bacca: "Si parla troppo del colombiano. Galliani l'ho incontrato per caso al ristorante e mi ha detto che domani potrebbe venire allo stadio".

"Le prossime due partite saranno fondamentali". Credo che Mbappé sia comunque irraggiungibile per le valutazioni che si sentono in giro.

Sulle voci di Deulofeu al Napoli: "Penso solo a domani e Geri sarà con noi (sorride, ndr)". "Io ho imparato che questi giocatori non si faranno distrarre dai cambiamenti". "Non voglio parlare di mercato". Non faccio paragoni ma le mie prime impressioni sulla nuova società sono ottime. "Poi ci tengo a fare gli auguri a Kakà, che è stato l'ultimo giocatore del Milan a vincere il Pallone d'Oro". Sono cresciuto a Empoli, provo tanto affetto e ho tanti amici: "lì sono diventato uomo e calciatore".