Minaccia moglie per farla tornare a casa

Minaccia moglie per farla tornare a casa

Da quanto accertato l'uomo come una furia si è presentato nell'ospedale del centro storico dove la moglie lavora, qui l'ha afferrata per i capelli per obbligarla a tornare a casa per cucinare. L'aggressore, nonostante l'intervento di una guardia giurata, addetta alla vigilanza del nosocomio, che era riuscita a separarli, ha continuato gli atti di violenza. Sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Castro Pretorio che hanno arrestato E.H.L., algerino di 39 anni, per rapina impropria.

Alla vista dei poliziotti la donna, stremata dalle continue vessazioni dell'uomo, ha chiesto in lacrime di essere salvata, aggiungendo di non aver mai denunciato il coniuge per amore dei loro sei figli e per evitare ulteriori ripercussioni.

Da ben dieci anni era vittima del marito che la maltrattava e picchiava di continuo, poi, ieri pomeriggio, la svolta.

Gli agenti hanno così fronteggiato il marito violento, che ha fatto cominciato a provocarli, cercando lo scontro fisico. Urlando, R.C. ha minacciato la moglie di chiuderla in un sacco. L' uomo e' stato arrestato e trasferito in carcere.