Minacce a Massa, denunciato tifoso Milan

Minacce a Massa, denunciato tifoso Milan

Stando alla ricostruzione fatta dagli inquirenti, l'uomo avrebbe chiamato la sezione arbitri di Imperia, sezione a cui è iscrito Massa, e avrebbe parlato col presidente della stessa rivolgendo gli insulti al direttore di gara di Juve-Milan.

Le minacce all'arbitro e alla famiglia erano state prese sul serio a tal punto che il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, avevano disposto una misura di sicurezza nei confronti dello stesso arbitro.

Le immediate indagini svolte dalla Digos, coordinata dalla Procura di Imperia, danno subito un nome e un indirizzo, poi riscontrate con perquisizioni, che hanno permesso di raccogliere le prove del reato commesso dal pensionato che ha, peraltro, confessato e ammesso l'addebito. Si tratta di un pensionato di 62 anni di Lecco e di origini calabresi, incensurato, che ha effettuato la chiamata dal proprio iPhone. Mentre il pensionato confessava di aver effettuato la telefonata di minacce in preda alla rabbia. L'uomo è stato denunciato a piede libero per minacce gravi e ora rischia fino a un anno di reclusione. Infatti, è stato rinvenuto il telefono dal quale è partita la chiamata minatoria e altre attrezzature informatiche ora al vaglio della polizia scientifica.