Migranti, "alcune Ong forse finanziate dai trafficanti"

Migranti,

Un traffico che oggi sta fruttando quanto il traffico della droga. Lo ha detto Carmelo Zuccaro, procuratore di Catania, ai microfoni di Agorà (RaiTre), in merito alle polemiche di questi giorni dall'inchiesta aperta dal suo ufficio su questo tema.

E oggi Zuccaro ha descritto un quadro ancora più inquietante: "Si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l'economia italiana per trarne dei vantaggi". Quanto al pericolo di possibili allarmismi, Zuccaro ha detto: "Se l'informazione è corretta questo corto circuito non si può creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione". Ma "a mio avviso le ong potrebbero essere finanziate, alcune ong, dai trafficanti e so di contatti..." Il procuratore torna sulla questione dei presunti legami fra alcune ONG e i trafficanti di uomini in Libia, parlando anche di come si sta muovendo la procura di Catania: "C'è un'indagine conoscitiva sulle ong che è ancora in corso".

All'inchiesta catanese ha fatto più volte riferimento Luigi Di Maio del Movimento 5 stelle, accusando di ipocrisia e buonismo chi difende il lavoro svolto dalle ong. Tante Ong, generosamente e anche rischiando, vanno incontro a chi sta perdendo la vita o è in prossimità di farlo: "credo sia un atto di grande rispetto e che vada sopportato anche da chi sta in terra ferma e decide le sorti di tutti". Riguardo alle accuse alle Ong "non si può sparare nel mucchio e dir tutto" ha accusato il porporato, osservando che "se io dovessi dire che 'tutti i politici sono disonesti' qualcuno alzerebbe il dito per dire 'come fai a dire che anch'io lo sono'. Se ce n'è qualcuna - ha aggiunto Montenegro - si fanno le debite indagine e ricerche, e chi sfrutta questa situazione sarà penalizzato".

Il giorno prima Zuccaro era stato intervistato anche dal Tgr Sicilia. "Tra gli elementi raccolti ci sono i contatti diretti con soggetti che si trovano in Libia che annunciano la partenza di barconi". "Occorre che ognuno faccia la propria parte perché il numero dei migranti che approda in Italia è sempre meno gestibile". Cosa dicono la Boldrini, Saviano, Alfano e Papa Francesco? "Non bisogna dire che tutte le Ong approfittano della situazione per arricchirsi - conclude il presidente della Caritas -".