Marchionne, Ferrari? Fatto grande lavoro

Marchionne, Ferrari? Fatto grande lavoro

Infine, gli Azionisti hanno approvato una scissione che costituisce il passaggio iniziale dell'operazione precedentemente annunciata relativa alla distribuzione ai titolari delle proprie azioni ordinarie delle azioni ordinarie che FCA deterrà nel Gruppo Editoriale l'Gruppo Editoriale l'Espresso.Durante l'Assemblea degli Azionisti, FCA ha annunciato la pubblicazione del proprio Bilancio di Sostenibilità 2016. Dal momento che General Motors ha respinto il suo approccio per una fusione due anni fa, Marchionne ha cercato di eliminare il debito di Fiat Chrysler per rendere la casa automobilistica un partner più attraente in futuro. Queste confessioni sono state fatte dall'amministratore dleegato di FCA direttamente al Radisson Blu di Schiphol-Rijk, ad Amsterdam, doveoggi si stanno svolgendo le assemblee di Cnh Industrial, Fiat Chrysler e Ferrari.

Dopo le "performance record" del 2016, il primo trimestre del 2017 si è rivelato debole per il gruppo. Il mercato Usa, comunque, è "ancora sopra 17 milioni di auto - ha concluso - ed è già un miracolo se si considera che si tratta del quarto anno consecutivo". "Avevamo già detto che sarebbe stato un trimestre piuttosto difficile", osserva Marchionne, "ma questo non tocca gli obiettivi per il 2017 e il 2018". "Non ci sono discussioni con Volkswagen - dichiara - non si è mai parlato di alleanze o di consolidamento".

Sul capitolo delle nuove tecnologie, invece, FCA anticipa delle sorprese.

"Entro l'anno dovremmo annunciare un accordo importante nelle nuove tecnologie". Possiamo continuare a lavorare con Google, ma abbiamo fatto una proposta simile anche ad Apple.

"Io sono fiducioso delle istituzioni, convinto della validità di quello che è stato fatto dalla Juventus e dalla sua dirigenza, assolutamente allineato con mio cugino Andrea Agnelli". "Abbiamo sperimentato diverse condizioni, non sempre facili sui vari mercati in cui è attivo il gruppo, soprattutto per quanto riguarda le macchine agricole - ha spiegato Marchionne -, ma siamo riusciti a compensare con veicoli commerciali e powertrain". E per essere ancora più chiaro ha chiuso l'argomento affermando che "non siamo nella situazione di discutere qualsiasi alleanza".