Luis Enrique: "E' mancata lucidità". Allegri: "Superato un grande avversario"

Luis Enrique:

"Bisogna fare i complimenti ai ragazzi per quel che stan facendo in stagione, è un meritato passo in avanti contro un avversario di altissimo livello".

Quasi 5mila tifosi bianconeri hanno invaso Barcellona per questa attesissima sfida, ma in attesa di andare al Camp Nou hanno riempito la Rambla, occupato Barceloneta e si sono spinti fino al ritiro della Juve per dare un'ulteriore carica alla squadra di Allegri. La squadra di Allegri risponde agli scettici e gioca una partita matura e di grande spessore: alla fine resta solo la gioia. La Juventus non vuole smettere di incantare in Europa e, dopo aver vinto 3-0 grazie alla doppietta di Dybala e al gol di Chiellini, punta a siglare almeno una rete al Camp Nou per chiudere almeno virtualmente il discorso qualificazione alle semifinali.

Il big match Barcellona - Juventus sarà trasmessain chiaro in HD su Canale5. "Non abbiamo sfruttato delle occasioni a campo aperto, la semifinale è un passaggio verso Cardiff, non un traguardo". Credo che abbiamo ancora ampi margini di miglioramento, non dobbiamo esaltarci ma avere entusiasmo e pensare alle partite che arriveranno. Significa che cambiare porta entusiasmo, ma bisogna farlo bene: la società ha lavorato bene portando giocatori di qualità e io ho cercato di sistemarli. I ragazzi hanno grande senso di responsabilità. Dove dobbiamo migliorare? Nella gestione della palla, soprattutto nel secondo tempo: loro concedevano spazi e noi non siamo stati bravissimi a sfruttarli, anche se va detto che la stanchezza e l'energia difensiva ti fanno perdere lucidità quando ti affacci dall'altra parte. Anche perché di fronte c'è una Juve mai apparsa forte come ora, se il Barça può segnare quattro gol contro chiunque sono i bianconeri a non averli mai subiti da nessuno in 90 minuti nell'era Allegri.