Le Pen: Il Paese è in stato di guerra, abrogare leggi lassiste

Le Pen: Il Paese è in stato di guerra, abrogare leggi lassiste

Sulla stessa linea Pierre Moscovici, ex ministro socialista e attualmente commissario europeo per gli affari politici e monetari: "Sono sicuro che Marine Le Pen non sarà il prossimo presidente di Francia".

I contendenti si presentano ai concittadini come "interpreti di una necessaria rottura del sistema politico francese o di una sua radicale rifondazione" ma a conti fatti si tratta di una corsa tra quattro minoranze a cui si aggiunge l'astensione, per cui conterà moltissimo chi arriverà al secondo turno e soprattutto che riflesso avrà la probabile presenza di Marine Le Pen al ballottaggio. Analoga la situazione di Fillon, 83% (+2) mentre meno convinti sembrano gli elettori di Emmanuel Macron 73% (-1) e di Jean-Luc Mélenchon à 67%. "L'attentato - sostiene il vice direttore dell'area sicurezza e difesa dello Iai - viene a rafforzare il discorso tradizionale di Marine Le Pen sul terrorismo islamico e islamismo, facendo di vari elementi un solo fascio e facendo confusione tra migranti, popolazione di origine immigrati per fare leva sulle paure". Sono i nodi della storia coloniale che vengono al pettine, è la sempre più marcata linea del colore nelle banlieues e nei luoghi di lavoro, è la repressione preventiva del dissenso e l'uso massiccio della polizia nei quartieri popolari.

Marine Le Pen, candidata alle prossime elezioni presidenziali francesi, ha parlato apertamente della possibilità di un imminente attacco terroristico prima della fine della campagna elettorale. Per la candidata alle presidenziali in Francia adesso bisogna tutelare: "L'unità della nazione e alla lucidità", denunciando il "lassismo e l'ingenuità". Oppure, Marine Le Pen potrebbe risultare insolvente nel rimborso del debito, fronteggiando costi molto elevati per rifinanziare lo Stato, a fronte di un aumento dei disavanzi fiscali innescati dall'inevitabile recessione e dal suo programma di espansione fiscale.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano.

Infine, secondo l'analista, "dal momento che questo tipo di attacchi spinge la gente a essere più conservatrice e a cercare l'ordine, al voto di domenica potrebbe prodursi uno spostamento a destra dello scacchiere", con una conseguente penalizzazione del candidato di sinistra Melenchon, riducendo a questo punto a tre la partita che si giocherà domenica.

Un clima di aperto scontro non può che favorire l'aumento della radicalizzazione di chi si sentirebbe in qualche modo vessato e discriminato, manna dal cielo questa per l'Isis che aumenterebbe così le proprie fila. "Tutti gli ultimi governi sono stati lassisti".