Lazio, Simone Inzaghi: "Dopo il derby, con il Napoli voglio squadra matura"

Lazio, Simone Inzaghi:

E' intervenuto in conferenza stampa Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, per parlare del match di domani sera contro il Napoli. "Chi acquista in questo mese, anche il nuovo abbonato, avrà dei benefici importanti, inoltre chi sottoscriverà in questo periodo l'abbonamento, avrà diritto alla prelazione della vendita per la finale di Coppa Italia". Abbiamo centrato una finale storica.

Il modo di interpretare la partita può essere simile rispetto a quello con la Roma?

"Abbiamo sempre un grandissimo rapporto". Dovremo lavorare nel migliore dei modi per recupereare le energie psicofisiche e prepararci a un'altra grande partita. "Oggi e domani ci alleneremo, poi sceglieremo a seconda delle esigenze e dei recuperi dei miei calciatori".

La partita col Napoli: spareggio per il terzo posto?

Inzaghi che torna poi sulla squadra di Sarri: "Sarà una gara importantissima, la classifica è molto corta".

Quanto crede alla Champions? . Obiettivo Champions? Vogliamo continuare a fare il nostro campionato. Ecco alcuni stralci: "Il Napoli è una corazzata, se guardiamo il budget delle due società non dovrebbe esserci partita, ma noi abbiamo dimostrato che mettendoci, cuore, gambe e grinta, possiamo ribaltare qualsiasi pronostico, ovviamente ci proveremo".

Chi pensa di poter recuperare? Chi già out? Dovrò valutare. Assente l'infortunato Marchetti, mentre in dubbio è la presenza di de Vrij. Conto di recuperarli, valuterò nei prossimi due allenamenti. "Ci faremo trovare pronti". Tra le gare da ricordare, 4-0 per il Napoli nel 1985 con tripletta di Maradona, 1-0 alla festa scudetto 1990, 5-1 per la Lazio di Zeman nel 1994 e la Coppa Italia 1997: andata 4-0 per la Lazio di Eriksson in 31′, inutile 3-0 per il Napoli al ritorno. Dobbiamo avere l'umiltà e l'aggressività avute contro la Roma. Dopo Bielsa potevo dire di no, ma non lo feci. "Gestire la partita non si addice alle nostre caratteristiche". Infine Inzaghi torna sul derby: "L'euforia post-derby?"

"Come ho detto, era giusto festeggiare. Affrontiamo la squadra che, secondo tutti, gioca il migliore calcio europeo". Giocheremo in modo maturo, sappiamo di affrontare una grande squadra, specialmente dal punto di vista del possesso palla. Ha grandi giocatori di qualità e quantità.

Lukaku e Bastos sono giocatori impiegati meno finora.

La squadra è cresciuta tantissimo: quali sono i suoi meriti?

Carattere. "Fa parte del processo di crescita". Mertens? E' ormai diventato un vero nove.