La serietv 13 Reasons Why, accusata di incitare al suicidio

La serietv 13 Reasons Why, accusata di incitare al suicidio

Prodotta dalla attrice e cantante Selena Gomez, la serie tv si concentra su uno studente delle scuole superiori di 17 anni che si chiama Hannah Baker che muore per suicidio, lasciando dietro 13 cassette per 13 persone diverse che riteneva fossero strumentali nella sua importante decisione di vita. E non una serie a caso: 13 reason why, prodotto di grandissimo successo che ha affrontato in maniera brillante il tema, sentitissimo, del bullismo.

13 Reasons Why: se sei un fan della serie Netflix, allora non puoi non aver notato che i numeri, all'interno di ogni puntata, hanno assunto un grande significato per spiegare il finale dell'ultima puntata.

L'attore Ross Butler, che nella serie tv interpreta il personaggio 'regular' Zach, ha deciso di rinunciare alla seconda stagione di Riverdale a causa dei suoi impegni in altri progetti (che si tratti proprio di Tredici?).

Ed è così che si affronterebbero con maggior facilità temi delicati come quello del suicidio. Allora mettiti comodo, perché sto per rivelarti nuovi indizi che ti aiuteranno a capire meglio di che si tratta. Una ricerca di Netflix ha svelato, infatti, che l'80% dei genitori in tutto il mondo guarda i contenuti che piacciono ai propri figli per sentirsi più vicini a loro.

Lo scrittore della serie tv 13 Reasons Why, Nic Sheff, ha scritto una lettera aperta in risposta alle critiche che spiegano la decisione di mostrare il suicidio di Baker attraverso un dettaglio grafico. Credo diventi chiaro, man mano che la stagione prosegue, come Tony sia legato non solo a Clay ma anche a Hannah, e che veda delle connessioni tra i due come un outsider.

Come mai Tyler ha tutte quelle armi nascoste nella sua camera?

In pratica nell'immaginazione di Clay il ragazzo incolpa se stesso per non essere stato presente nella vita di Hannah e soprattutto di non aver fatto abbastanza per cambiare le cose. Cosa farà davvero il fotografo della scuola con le foto di tutti i ragazzi, eccetto proprio Alex? O è stato qualcun'altro a colpirlo?

Queste ed altre questioni irrisolte potrebbero trovare risposta in un avvincente seconda stagione, non ci resta che aspettare l'annuncio formale da parte di NETFLIX.