Juric: "Colpaccio allo Stadium? Sono fiducioso. Simeone può fare sicuramente di più"

Il Genoa è atteso dallo scontro con la capolista Juventus: un match che potrebbe regalare punti preziosi in ottica Scudetto ai bianconeri, ma che potrebbe non essere esente da colpi di scena.

"Domani è la partita dello scudetto". In Goran ci credo tanto, anche se gli anni passano: in certi momenti della gara ti dà quella qualità che ti serve. "Dopo Barcellona il grosso pericolo è che la Juve possa cadere e non deve farlo perché quella di domani col Genoa è una partita che vale lo scudetto". Vietato distrarsi o cedere a un entusiasmo che può costare caro. "Tutti lavorano per lo stesso scopo, ognuno ha messo da parte gli obiettivi personali". Prosegue Allegri nelle dichiarazioni: "La squadra può migliorare ancora nella gestione della palla: su questo bisogna lavorare". Max Allegri non si accontenta. "Rispetto al 2015 intanto dobbiamo fare una cosa identica: arrivare in finale, con una consapevolezza e un'autostima diversa, siamo una squadra in crescita e ci dobbiamo abituare a giocare queste partite". Avrei preferito il Real? No. Il Monaco ha valori tecnici e tattici, giovani molto bravi. "Il Monaco non ha la storia della Juventus, ma non vuole dire che siamo avvantaggiati", aggiunge ancora l'allenatore bianconero. Alla Champions pensiamo dopo la trasferta di Bergamo. A centrocampo lo squalificato Pjanic sarà sostituito da Marchisio, mentre sulla trequarti possibile l'inserimento di Dani Alves al posto Cuadrado, a completare il reparto ci saranno Dybala e Mandzukic, in avanti Higuain.

CHOLITO - Il grande protagonista dell'andata fu Giovanni Simeone, che dopo quasi tre mesi di astinenza da gol si è finalmente sbloccato contro la Lazio. "Marchisio sta bene e gioca".

Mancherà Rigoni, Juric ha la soluzione pronta: "Proverò qualcosa con Ntcham per dargli più libertà in attacco".

Il futuro è sempre incerto: "Un anno di tranquillità no, non ho mai vissuto in tranquillità perché non mi piace". Ultimo pensiero per Scarponi. "Sono disgrazie che lasciano pensare".