Inter, Icardi e Pioli in coro: Vincere il derby per ripartire

Nulla, il ds di un club deve cercare di motivare la squadra e può dire la propria opinione. Dobbiamo fare bene per tutta la gente che lavora per noi, giusto che abbia detto la sua. "Ormai la gara di Crotone è passata, mancano 7 partite molto importanti". Ci sta che i tifosi si arrabbino un po' dopo aver perso col Crotone ma non do molta importanza alla cosa. Sicuramente abbiamo commesso errori che non ci appartenevano da tempo ma abbiamo l'occasione per dimostrare che non siamo quelli e si è trattato solo di un incidente di percorso.

"Non prometto nulla, ma penso che il lavoro di 5-6 mesi col mister non si può cancellare per una o due gare sbagliate".

P: "Non credo sia corretto dire che non c'è stata reazione, abbiamo avuto difficotà ma il piglio del secondo tempo era diverso".

SCELTE - "Potrei confermare tutti gli undici per fargli la possibiltà di riscattarci o cambiare tanti giocatori". Sto osservando bene e valutando bene. Ci stiamo preparando molto bene, abbiamo voltato pagina dopo Crotone e non pensiamo più al passato. Potrebbe essere il primo derby cinese, che futuro si aspetta per il Milan?: "Non so, sinceramente mi interessa molto poco. Capisco i tifosi ma si può capire anche Roberto". Io continuerò a lavorare con questa maglia, la nazionale è un premio. Per il derby non prometto niente, ma sarebbe importante segnare.

"Valuta il mister, ma il modulo che abbiamo è adatto alle qualità dei giocatori che abbiamo oggi". Abbiamo guardato tutto e fatto le analisi questa settimana di quel che è successo nelle ultime due partie.

"Penso che sia anche una casualità". Qualche settimana fa facevate alcune valutazioni, adesso ne fate altre. Ma le valutazione vanno fatte solo alla fine. "Il nostro approccio deve essere di grande cultura del lavoro e poi vedremo cosa saremo riusciti a fare".

Sul calo fisico: "La condizione fisica non è un problema per noi". Il mio bambino mi ha chiesto di portarlo, meno male non l'ho fatto. "Noi abbiamo corso individualmente, non di squadra". Il fatto che lui segni soprattutto a San Siro è "un caso". "Farlo in una partita così importante avrebbe doppio valore". Io sono tranquillo." Un commento anche sull'esonero di Bauza: "Bauza mi voleva chiamare, me lo ha detto Zanetti. "Ci sta che un attaccante lo possa fare, però mi ritengo uno abbastanza regolare. quando sono stato qua ho sempre segnato regolarmente". Penso che Roberto è andato a vedere un quarto di finale di Champions League molto bello dove la Juve ha fatto una gran gara.