Insetti alieni, boom in Italia per il clima pazzo. Rischio allergie aumenta

Insetti alieni, boom in Italia per il clima pazzo. Rischio allergie aumenta

La provenienza di questi nuovi insetti è certa: arrivano da Cina e Medio Oriente. A mettere in luce il fenomeno sono gli esperti della Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC).

Da tempo l'Italia sta registrando l'arrivo di vespe migranti, originarie della Cina o Paesi mediorientali ma che ora trovano anche in Italia l'habitat giusto per proliferare. Ogni anno 5 milioni di italiani vengono punti da un'ape o una vespa, e si contano circa 400 mila casi di reazione allergica o shock anafilattico.

Secondo gli esperti, gli imenotteri provenienti dall'Asia rischiano di peggiorare di molto questa situazione.

Vespa velutina - Foto ANSACon l'aumento del numero di imenotteri "alieni" nel territorio italiano accrescono i rischi perchè è più alta la probabilità di essere punti e cresce anche il pericolo di essere più sensibili al veleno delle nuove specie che potrebbe anche dare reazioni crociate con le autoctone. Queste specie di insetti non autoctone stanno mettendo a rischio la nostra salute a causa delle allergie che possono provocare. Il vaccino è comunque il miglior modo di difendersi, soprattutto per i bambini che potrebbero subire le conseguenze peggiori. "Le nuove specie - spiega l'esperto - non sono più aggressive di quelle italiane, ma per il semplice fatto di essere nuove implicano un incremento dei rischi per gli allergici: la composizione del veleno, simile ma non identica, può farci trovare disarmati per la diagnosi e le terapie". Per questo motivo, sottolineano gli esperti, è importante rivolgersi all'allergologo per valutare la possibilità di seguire una terapia desensibilizzante.

Secondo gli esperti, i cambiamenti climatici e il graduale aumento delle temperature sarebbero anche la causa della diffusione di nuovi pollini.

Non solo insetti, anche nuovi pollini. A questo va aggiunto anche un generale aumento della sensibilizzazione agli aerodispersi, dovuta principalmente al peggioramento della qualità dell'aria a causa dello smog e anche al nostro mutato stile di vita, che ha portato ad un abbassamento delle difese immunitarie.

In ogni caso, in presenza di reazioni allergiche, è bene recarsi immediatamente al pronto soccorso.