Il Milan a Crotone: tutta la delicatezza della gara

Il Milan a Crotone: tutta la delicatezza della gara

Un match che potrebbe risultare decisivo nella corsa salvezza, obiettivo primario degli squali che nelle ultime giornate hanno guadagnato ben 10 punti, al pari di squadre del calibro della Juventus che si appresta a conquistare il sesto titolo consecutivo. Infatti, il quartultimo posto della classifica è occupato da quell'Empoli che in casa calabrese si aspettavano di vedere sconfitto a San Siro contro il Milan nell'ultimo turno.

Gli uomini di Nicola hanno cambiato marcia proprio nel momento più basso della loro stagione: nell'istante in cui è stata da più parti additata come già retrocessa, è scattato qualcosa; vuoi il non aver più nulla da perdere, vuoi un Empoli che rallentava vistosamente, il Crotone si è trovato a pochissime lunghezze dalla zona franca.

A modo suo, Falcinelli ha reinterpretato il tutto ieri sul campo della Samp: in uno stretto duello con Torreira (mai domo), il giocatore ospite ha effettivamente ricevuto un colpo, ma non così forte, se poi Falcinelli ha avuto modo di controllare con la coda dell'occhio l'arrivo dell'arbitro, prima di rituffarsi in oasi di dolore. Per Nicola, quindi, probabile il 4-4-2 con Cordaz tra i pali, protetto dalla difesa composta dalla coppia Ferrari-Ceccherini con Rosi sulla fascia destra e Martella su quella sinistra. Tridente offensivo composto da Suso, Lapadula (in vantaggio su Bacca) e Deulofeu. A disposizione: Festa, Viscovo, Claiton, Cuomo, DUssenne, Sampirisi, Acosty, Capezzi (o Barberis), Nalini, Sulijc, Kotnik, Simy, Tonev.

Nell'ultima gara disputata allo "Scida" il Crotone ha sorpreso l'Inter. Portieri: Donnarumma, Plizzari, Storari.