Igor il russo ha ucciso ancora, caccia al killer di Budrio

Igor il russo ha ucciso ancora, caccia al killer di Budrio

Vaclavic, 41 anni, è fuggito prima a bordo di un Fiorino rubato, poi a piedi nella boscaglia. La vittima è Valerio Verri. A restare ucciso, probabilmente sempre per mano dello stesso "russo" ricercato per aver assassinato la settimana scorsa il barista di Budrio Davide Fabbri, un guardiapesca volontario della provincia di Ferrara. L'uomo è sospettato di aver ucciso la guardia provinciale e di aver ferito gravemente una guardia volontaria. L'assassino sarebbe stato intercettato casualmente durante una perlustrazione tra i comuni di Marmorta e Molinella.

Igor Vaclavic è braccato ed è in corso nella zona una imponente caccia all'uomo.

In queste ultime ore è caccia al killer di Budrio che pare essersi dato in fuga dopo aver ucciso una guardia e ferito un collega.

Lì si è di colpo ristretto il perimetro delle ricerche, complicate dal fatto che sulla zona è calato il buio.

Infatti, l'omicida di Davide Fabbri è stato colpito al volto e alla testa durante la colluttazione, e ha perso sangue. La Bassa tra Ferrara e Bologna la bazzica da almeno un decennio e già nel 2007 fu arrestato per aver rapinato agricoltori, minacciati con arco e frecce, tra Ferrara e Rovigo. Faretra sulle spalle, coltello legato a una gamba, una bandana nera. Fabbri, forse per difendere la moglie presente nel locale, ha provato a sfilare l'arma al killer. Look e armamentario da pellerossa, come il soprannome "Lupo Solitario" che si dice gli sia stato affibbiato in prigione. "Non dimenticherò mai quegli occhi - aveva detto la donna - non ho visto un barlume di pietà per nessuno di noi".