I pastorelli di Fatima saranno santi

I pastorelli di Fatima saranno santi

Il rito della canonizzazione naturalmente avverrà proprio a Fatima dove il papa aveva già annunciato di essere presente proprio il 13 maggio: una data che come detto resterà storica anche perché proprio la storia dei tre pastorelli appassiona da sempre grandi e piccini. Fu questa occasione che indusse il vescovo a ordinare alla cugina, rimasta in vita, di scrivere tutto quello che sapeva sulla vita di Giacinta, di Francesco e sui fatti avvenuti a Fatima.

Città del Vaticano, 20 apr. (askanews) - I pastorelli di Fatima, Francesco e Giacinta Marto, saranno proclamati santi il 13 maggio prossimo, mentre il Papa sarà al santuario mariano portoghese nel centenario delle apparizioni della Vergine. E molti anni dopo, nel 1989, venne portata a conclusione la loro causa con il decreto sulla pratica delle virtù in considerazione dell'età dei due bambini. Il 13 maggio del 2000 Francisco e Giacinta sono stati beatificati da Papa Giovanni Paolo II; per Lucia si sta concludendo l'iter di beatificazione. Arrivato in ospedale in coma, fu sottoposto a intervento chirurgico, con elevato rischio di decesso. Dopo solo tre giorni invece il bambino è stato dimesso con completa restitutio ad integrum, in assenza di terapie specifiche, con deambulazione autonoma e senza nessun esito di danni neurologici e cognitivi.

I tre pastorelli, ha ricordato durante il concistoro il prefetto della Congregazione per le cause dei santi, cardinale Angelo Amato, nel 1916 avevano assistito alle apparizioni dell'angelo della pace, e l'anno successivo, a partire dal 13 maggio, a quelle della Vergine. Al momento dell'incidente prendendo il bambino dal marciapiede, suo padre aveva invocato la Madonna di Fatima e i due piccoli beati e quella notte stessa i familiari e una comunità di suore di clausura avevano pregato con insistenza i pastorelli di Fatima.

Santi anche i piccoli Cristoforo, Antonio e Giovanni, adolescenti martiri in Messico nel 1529.